a mente fredda

vedere il duo che rimane degli Who ieri sera è stata una piccola esperienza dolorosa. I due imbecilli che hanno ammorbato le cerimonie di apertura e chiusura dei giochi che blateravano senza sota, il playback, il non sequitur delle tre canzoni, il fatto che i due scemi tra tante sciocchezze note anche alle nonne non facessero notare che alla batteria c’era Zak Starkey, il figlio di -Ringo, tutto da dimenticare.

e allora becchiamoci questa, ancora una volta.

Won’t Get Fooled Again – Shepperton 1978

Advertisements

One Response to “a mente fredda”

  1. caporale Says:

    alla cerimonia di chiusura c’era anche Ray Davies, che più passa il tempo più somiglia inquietantemente a MArco Pannella …


Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: