Onomastica della bevanda calda

Fateci caso, infusi e decotti che vale la pena di bere hanno un nome proprio: caffè, tè, karkadè. Gli altri fanno schifo e si chiamano tisana di… infuso di… eccetera. Nessuno ha dato loro un nome, infatti.

Advertisements

6 Responses to “Onomastica della bevanda calda”

  1. caporaleReyes Says:

    BRAVOOOOOO!!!!

    (avrei qualche dubbio sul karkadè, ma è il principio quello che conta, applausi)

  2. AdRiX Says:

    Il karkadè è almeno inconfondibile e ha un bel colore, non ha il colore verdastro e odore di erba di campo marcita

  3. Oltranzista Says:

    camomilla vale?
    personalmente salvo anche l’alloro. concedimelo.

  4. sammylele Says:

    oppure sono stati battezzati dal marketing…

  5. AdRiX Says:

    La camomilla ha un nome, e infatti è buona. L’alloro non lo so, io lo uso per aromatizzare i pesci arrostiti 🙂

  6. utente anonimo Says:

    L’alloro insieme a una scorza di limone in acqua bollente si chiama Canarino. Ha il nome, è buono, è tutto coerente.


Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: