James Graham Ballard 1930 – 2009


Scriveva romanzi che esploravano il lato oscuro dell’essere umano e del suo vivere in branco. Era il nostro Distopista preferito.

Ovviamente il titolista del Corriere non ha mai letto una riga del Nostro, e cosa più grave, non si è documentato: Ballard col cyberpunk non ci azzecca proprio.

aggiornamento:
la parolina cyberpunk, che non compare nei "coccodrilli" in lingua inglese (New York Times, The Times, The Guardian, BBC, Telegraph, …), pare mandare in brodo di giuggiole i coccodrillisti nostrani: l’Unità lo fa risalire al ’56 (!!!!!), c’è pure nel titolo del cocco di Repubblica (potevamo dubitarne?). Come mai? O gonzi che non siete altro, suona così bene!

E’ invece interessante notare che per i giornali in inglese l’aggettivo "ballardian" nel senso di "amaramente e disperatamente distopico" sia dato come acquisito, e non compaia nei piagnistei nostrani.

Advertisements

2 Responses to “James Graham Ballard 1930 – 2009”

  1. melacecca Says:

    posso dire di non aver capito una beneamata?

  2. AdRiX Says:

    certamente sì 🙂


Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: