sentirsi orfani

La lettura di questo libro,

oltre ad aggiornarmi sullo stato della ricerca sull’argomento, (e a scoprire con piacere qquanto si stia progredendo) mi fa rifletttere sul motivo dei creazionisti al rifiuto della selezione naturale e della generazione della vita per processi naturali non progettata o architettata: il terrore abissale dell’essere senza genitori.

Il creazionista, ed il credente, vuole restare bambino per sempre: c’è sempre un Disegno imperscrutabile per tutte le stupidaggini che commette.

Advertisements

4 Responses to “sentirsi orfani”

  1. metallicafisica Says:

    Lei è a rischio scomunica, signor Adry

  2. aquatarkus Says:

    noi pastafariani infatti ci sentiamo meglio ad avere una divinità veramente commestibile (altro che ostie).

  3. amoilmare Says:

    ecco. ora che vedo la copertina mi inquieta ancora di più 😉

  4. utente anonimo Says:

    O più semplicemente il terrore: punto.
    La religione va alla grande laddove l’uomo è più terrorizzato: il matrimonio (“Minchia, tutta la vita con questa?”); la nascita (“Minchia, e mo’ chi lo sfama questo?”); la morte (“MINCHIA”).
    C’è lì pronto il prete a tranquillizzarci: Dio provvede.

    Ivy


Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: