Urgenze d'Italia – 1

Io creo realtà, ed è abbastanza verosimile

Ho smesso di leggere i quotidiani di carta per mancanza di tempo e di voglia, e soprattutto perché quando arrivo ad aprirli sono vecchi: tutte le notizie o quasi sono superate dal presente, e il presente o una sua approssimazione le si leggono solo sulla rete, e se il presente è internazionale è meglio cercarlo nei giornali in inglese, francese o spagnolo, che in forma scritta riesco a capire.

Un altro motivo è esemplificato dalla storia, strombazzata con incredibile volontà manipolartoria oggi, del "fallito attentato ad Obama" messo in piedi da un gruppo di cialtroni e raccontato qua dal Luca Sofri, che ogni tanto mette su Witt uno dei suoi "appunti per un quotidiano da fare".

Ecco, il quotidiano da fare  (fossero più di uno sarebbe anche meglio) sarebbe paradossalmente facilissimo da realizzare: sarebbe sufficiente metterci notizie invece che realtà parallele. Se esistesse mi abbonerei, almeno in forma elettronica.

Questa piccola osservazione inaugura la YAUColumn delle carenze d’Italia, che si presume dall’osservazione di oggi sarà nutrita e florida.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: