Asciugatosi la bocca dalla schiuma, Nonno Amsicora posò il birroncino e continuò a raccontare:
"A quel tempo, l’Organizzazione per la Fame nel Mondo si adoperava con ogni mezzo affinché la fame non mancasse…"

Advertisements

10 Responses to “”

  1. UnaStranaStrega Says:

    anche io farei di tutto pur di non restar disoccupata. soprattutto arricchirmi.

  2. aquatarkus Says:

    In certi ambienti per fare un complimento a una ragazza si dice “Bella come la Fame”

  3. utente anonimo Says:

    Suggerirei una piccola variazione lessicale: trovandosi con tutta probabilità al Poetto nonno Amsicora, verosimilmente, beveva uno scioppino.

    Ivy l’erudito

  4. utente anonimo Says:

    oops. Per fare il togo ho preso una mezza cappellata. Dice infatti una autorevole fonte:
    (Il Coddabolario)

    Scioppino: bottiglia di Ichnusa “vuoto a rendere” da 0,20 Cl (da non confondere con la 0,33 o birroncino, che vendono al supermercato). Il nome è tipicamente campidanese: dalle parti di sopra è infatti chiamato “mesu birra”; è facile distinguere infatti gli studenti universitari al primo anno non campidanesi perchè ai chioschetti del Poetto ordinano candidamente una “mezza birra”. Lo studente non campidanese iscritto agli anni successivi invece non si può riconoscere perchè sà bene che non esistono veri scioppini al poetto ed evita pertanto tali luoghi sacrileghi. La birra contenuta nello scioppino è notoriamente più buona e molto meno gasata di quella del “vuoto a perdere”; inoltre è possibile distinguerne la temperatura giusta dal bicchierino azzurro termosensibile che compare in alto a sinistra sull’etichetta. Sono pochi i Bar cagliaritani che offrono il prezioso elisir. Dalle parti di sopra la birra vuoto a perdere esiste solo al supermercato perchè al bar, ogni persona di buon senso, te la sputerebbe (giustamente) in faccia. E’ nota anche la canzone degli anni ’80 “I Like Sciopen” dedicata appunto allo scioppino. (ringraziamo Reitano Mino per l’escursus sullo scioppino)
    Precisazione di Drer: anche nel capo di sopra facilmente girano le birre vuoto a perdere, vedi bar di Mores (sosta obbligata per chi va a Olbia) che vende a 2.06 la birra 66cl da supermercato; roba da boicottaggio!

    Ivy

  5. AdRiX Says:

    L’autorevolezza della “fonte” (di coglionate) in casi come questi è inoppugnabile 🙂

  6. utente anonimo Says:

    birroncino mi piace, come anche fettoncina

  7. Skeight Says:

    Credere non possum! Una organizzazione internazionale che raggiunge i suoi obiettivi!

  8. inconnuaubataillon Says:

    “scioppetto” in palermitano. etimo fr. chope, “boccale”.

  9. AdRiX Says:

    Dunque “J’adore Chopin” significa “Mi piace la birretta”. Anche oggi non è trascorso invano.


Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: