Eroposmìa


Ti smuglio imboffanuto
tu scarmaduzzi, e taci.
T’assigno impalmentato e un po’ ponfetto
e smupo, arazzanuto come un fruzzo

Ma se tonfassi le polmonute globe
non ti sentiresti inbinufata?
Non sentiresti assire alla forchiola
le muglicose usmette disipiose?

Senza parere, offigli tra le prille
Masduci con dollezza, ti rinfrimi
Io, che ho stingato, attàro al gombo,
e attendo la fertale pafanata.

E finalmente, osmàci
T’abbaffi alla mosciola
Ti dendi senza ompa, senza fiola
E insieme forgoliamo con rompiola

Advertisements

19 Responses to “Eroposmìa”

  1. aquatarkus Says:

    mi par di urmire le larillelulle quando epifrani così

  2. Petarda Says:

    … e finalmente, taci
    t’abboffi alla moviola
    t’arrendi senza pompa, in una piola
    e insieme corrompiamo una robiola

    golosastri

  3. metallicafisica Says:

    armirei “rompioliamo con forgola”: trinimussi carmchiardi

  4. metallicafisica Says:

    ps: Petarda è una sporcacciona:)

  5. utente anonimo Says:

    Ti saluta Fosco Maraini da “La Gnosi delle Fanfole”…

  6. Petarda Says:

    @metalla, scommetto che non hai capito in che accezione è usato pompa. ti do un indizio: la piola è (era) un locale caratteristico di torino, nota capitale dell’understatement.

  7. metallicafisica Says:

    Petardina: invece di fanfolare lei mi savoiarda, come posso capirla (già faccio fatica a comprendere l’italiano:)*

  8. utente anonimo Says:

    “Pompare” come tirare al cannone o al cilum? O trattasi di abbaglio?

  9. utente anonimo Says:

    “pompa” era intesa come “sfarzo”.
    tipo “in pompa magna”.
    vabbè era una caccata.

  10. utente anonimo Says:

    Sono un idiota, quando mi ci metto. Il significato proprio. Checchè.

  11. utente anonimo Says:

    Adrix—> me anche quando non mi ci metto:/

    mf, obviously:)*

  12. nikapov Says:

    Per quel “con rompiola” finale ti sei ispirato al Mascetti, non negare.

  13. nikapov Says:

    Per il “con rompiola” finale ti sei ispirato al Mascetti, non negare.

  14. nikapov Says:

    Maledetto Parkinson.

  15. gilgamesh Says:

    A me ricorda la dolce follia lingustica del “Jabberwocky” del reverendo Charles L. Hodgson, meglio noto con lo preudonimo di Lewis Carroll, che una volta ho pure provato a tradurre 🙂

  16. utente anonimo Says:

    Anni fa musicai lo Jabberwocky, il commentatore Ivy fu il produttore di quello sforzo creativo, non mi ritrovo la registrazione, purtroppo 🙂

  17. birambai Says:

    aaah, qui si loganta alla grande!

  18. utente anonimo Says:

    Adrix ha scritto:
    Anni fa musicai lo Jabberwocky, il commentatore Ivy fu il produttore di quello sforzo creativo, non mi ritrovo la registrazione, purtroppo 🙂

    Uh? Non ricordo

    Ivy

  19. AdRiX Says:

    Era una specie di valzer ubriaco alla Tom Waits, coi tamburi dell’Elka scordati apposta per fare “tonf”invece che “tump”. Magari tra le cassette del 4 tracce lo ritrovi, se esistono ancora.


Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: