Di mercato, globalizzazione e centri storici

(Paura eh?)

Da qualche tempo il sig. AdRiX si è trasferito nella casa nuova, che guarda il caso si trova in uno dei quartieri più vecchi di Catania. Nonostante sia a due passi da casa, fino ad oggi il s.a. non si era ancora fatto un giretto nella cosiddetta "pescheria", il mercato all’aperto nelle viuzze dietro piazza Duomo.

Alcune considerazioni osservative:

– I prezzi dei cibi a spanne sono la metà della grande distribuzione. Che si tratti di ortofrutta, carni, formaggi, condimenti. Con 3 euro ho comprato l’equivalente di 10 euro di verdura di un qualunque ipermercato. Salumi e formaggi, stessi prodotti, costano il 60%.

– Scontrino? A volte.

– Condizioni igieniche ? Beh ciò che si vede (i macellaio che ti tagliano la carne davanti agli occhi) è più che accettabile. Almeno per il s.a.

– Ovviamente un giretto di osservazione prezzi è d’uopo, la concorrenza in ogni caso fa ovviamente aggiustare i prezzi in modo che le merci di qualità costino un po’ di più. Ma sempre a prezzi incredibili rispetto alla GD.

– il sabato mattina, d’ora in poi quando possibile, la spesa si fa lì.

– Ah, e il panettiere sotto casa fa il pane cento volte più buono e più durevole della GD.

– Ovviamente non si ha idea della provenienza della merce: CIna? Guatemala? Puglia? Proprio come nella GD.

– Non vedo l’ora di girare per acquistare pesci!

Advertisements

5 Responses to “”

  1. sammylele Says:

    Paura sì, ma non per il tema, per gli effetti così

  2. utente anonimo Says:

    Oh, le stesse osservazioni che faceva mio nonno 🙂

    Tutto vero, anche se ho qualche dubbio sulla qualità e l’igiene di alcuni prodotti.

    kaos

  3. lester Says:

    Giustissimo. Anch’io facevo la spesa al mercatino del sabato mattina sotto lo stadio.

  4. utente anonimo Says:

    Io ci provo ad andare alla pescheria ogni sabato mattina per comprare frutta e verdura per la settimana (con risparmi davvero notevoli come sottolinei tu), nonostante non sia proprio a due passi da casa…
    Ma i giorni non lavorativi, la mia macchinina si rifiuta CATEGORICAMENTE di dirigersi verso quel lato della citta’ …
    🙂
    SignorinaM

  5. utente anonimo Says:

    Ora mi tocca difendere gli indifendibili assessori catanesi che si lamentano della pigrizia dei cittadini, suggerendo a signorinam la seguente alternativa: lasciare l’auto al parcheggio sanzio, prendere la metropolitana in via giuffrida e scendere alla fermata porto, a due minuti dalla pescheria.

    kaos


Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: