Pensieri oziosi in tempo di crisi di governo

Crisi? Quale crisi?


Siamo un po’ troppo ricchi e cinici per desiderare che le nostre ambizioni vengano soddisfatte dai figli. E quindi figli pochi, la nazione invecchia e la gerontocrazia si perpetua.

Se abbiamo elezioni in cui l’elettorato si divide alla metà quasi esatta, significa che il baricentro ell’offerta politica dei  due schieramenti è vicinissimo, e che diventano statisticamente indistinguibili.

Aggiungiamo che chi è delegato al potere non viene selezionato per meriti, e che con suprema incompetenza è in grado di elaborare meccanismi elettorali come quello attuale, incapace di correggere il quasi pareggio. La prima cosa da fare non sono i dico, la tav, la base di Vicenza o altre stronzate poco rilevanti per il Paese. La prima cosa da fare è una legge elettorale decente. Non la faranno.
Tutto questo casino è responsabilità anche di chi ne è consapevole: noi.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: