Una formula matematica per selezionare le boiate

Catania, Italia

La squadra di tecnici di YAUB ha comunicato che a partire dal primo gennaio 2007 è stato avviata la procedura automatica per la selezione automatica delle boiate. Sono state selezionate centinaia di migliaia di pagine di giornale, pagine redazionali, pagine di blog e pagine web, individuate le boiate e a ciascuna di esse è stato assegnato un fattore di merito che consente ad una prima lettura la marcatura delle pagine per una selezione delle informazioni e la loro catalogazione nel database BoStOM (Boiate, Stronzate o Marchette)  se il fattore B è superiore a una soglia tenuta segreta.
L’implementazione wetware dell’algoritmo fa uso di parole chiave, pattern recognition, applica un uso intensivo delle reti neurali biologiche e del buon senso, con applicazione del razionalismo scientifico e del cinismo relativistico. I tecnici YAUB affermano che per l’applicazione è sufficiente un cervello umano funzionante.

Advertisements

3 Responses to “”

  1. cronomoto Says:

    un watermark indelebile made in YAUB
    (ecco la prima….sfuggita)

  2. utente anonimo Says:

    … credevo che “buon senso” facesse parte delle boiate …
    isntitapity

  3. utente anonimo Says:

    non sempre isnt non sempre… forse buon senso critico andrebbe meglio 😉


Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: