Ha erotto!

un paio di foto sulle conseguenze dello sbruffolone cenerino etneo di venerdì

panoramica, qualche giorno prima: il ciuffone di cenere si estende per decine di chilometri

questa polvere nera è la sabbia vulcanica sulla balaustra a casa, sabato mattina

e questo è il cortiletto d’ingresso: il cotto del pavimento è come vedete coperto di cenere pesticciata dai condomini

Advertisements

8 Responses to “”

  1. mitivigliero Says:

    Non essendo mai stata vicina a vulcani, cerco di immaginarmi la sensazione di vedere spesso spettacoli così…Fascino, timore, curiosità, rispetto e sentirsi piccoli piccoli di fronte a uno sbruffolone. Sbaglio?
    Ciao tesoro, bacio.

  2. AdRiX Says:

    Ehi Placida! Bentornata!

  3. mitivigliero Says:

    No caro, è solo un saluto.:-*

  4. AdRiX Says:

    Passa da Aquatarkus, stiamo facendola grossa 🙂

  5. lester Says:

    Abbiamo messo la famosa coperta sulla macchina, per evitare i graffi della cenere vulcanica puntuta sulla vernice?

  6. AdRiX Says:

    per fortuna quando la cenere è caduta io non ero a casa, son tornato dopo l’evento

  7. kaosct Says:

    E con la pioggia di ieri, la cenere è diventata una bella melma scivolosa. Scarpe col tacco altamente sconsigliate.

  8. farolit Says:

    A ma tu siculo conterraneo sei?
    E ti pare che l’avevo capito?
    Dici che Lunedì erutta ancora il Mongibello… dovrei “volare” in Continente da Catania e mi dicono che di sera l’aereoporto è chiuso…
    🙂


Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: