Ancora uno e poi basta

Il Sig. AdRiX si interessa di futbol ogni due anni, e cioè in occasione dei campionati mondiali e dei campionati europei: normalmente egli se ne strasbatte i coglioni. Come altre volte anche quest’anno ero ottimista, "avevo il sentimento" che quanto meno gli azzurri avrebbero fatto bella figura, come nel ’90 e un po’ meno nel ’94, nonostante la finale arrosto.
(passo alla prima persona)
Mi son goduto tutte le partite godibili e quelle azzurre meno godibili, e ho emozionato durante la finale, che speravo assai si vincesse in corsa come la semifinale.
E ora è finita, con uno strascico di entusiamo e pensieri a posteriori che sparpaglio nel seguito. Di questo mondiale mi ricorderò per:

–  Il rosicare dei centrodestri, furibondi per non essere stati loro a fare i cicisbei con gli azzurri
– La faccia di Gigi RIva che entrava a Palazzo Chigi
– Rino Gattuso in mutande, birra in mano, che esclama "Maronna quanto sò brutto!"
– La facciotta estasiata di Fabio Cannavaro che alza la coppa
– Totti con la bandiera sulla testa a mo’ di velo da prefica: irrispettoso, cialtrone, antiestetico. Sembrava dichiarare di essere là per caso
– Il delirio fanciullesco dopo la vittoria da parte di giocatori e panchina
– Le facce scorate dei francesi dopo il rigore di Grosso
– L’Himalaia di stronzate della giornata di ieri uscita dalle televisionie dai giornali: gli unici che si sono salvati sono stati Beha e Cannavò (Cannavò! Dico, vi rendete conto?) intervistati da Mannoni a Primo Piano su Rai3
– Le idiozie naziste di Calderoli e le swastike a Roma: cose che fanno pensare "forse era meglio se…."
– La faccia tosta dei perdonisti a proposito dello scandalo dei campionati truccati:  un esempio del perché il futbol dei club non lo seguirò credo mai
– Zizou che scende le scale lasciandosi  la coppa alle spalle: l’immagine della sconfitta
– L’oceano di gente al Circo Massimo: per me quasi incomprensibile, e tuttavia impressionante
– I guizzi e i vezzi da soubrette di Cristiano Ronaldo, mai visto un giocatore più indisponente: se il Portogallo è lui, a futbol non vincera mai un tubone
–  I gol di Grosso e Del Piero: que lindo futbol!

E ora basta. Si torna sull’argomento tra due anni.

Advertisements

4 Responses to “”

  1. aquatarkus Says:

    si figuri che il ciclo del sig. Aquatarkus è di 144 anni.

  2. utente anonimo Says:

    Uno striscione, visto non ricordo più dove: “CANNAVARO MINISTRO DELLA DIFESA!”
    Vorrei abbracciare quel genio 🙂
    Piero

  3. lester Says:

    Tutto condivisibile, specie il primadonnismo di C. Ronaldo; al confronto anche Beckham sembra quasi un calciatore vero.


Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: