Incredibile!

(dalla pagina Mediaset su 24, una delle serie televisive che ora spopola in blogolandia)

Torna su Retequattro 24, il telefilm più innovativo della storia della tv, giunto alla terza serie. 24 segue tutti gli avvenimenti delle 24 ore di un giorno nella vita di Jack Bauer, il direttore di una squadra antiterrorismo della CIA. Ogni episodio ne racconta un’ora. L’agente e i suoi collaboratori devono evitare che una potente arma batteriologica in mano a terroristi arabi, annienti l’intera popolazione di Los Angeles. Bauer e i suoi uomini hanno 24 ore di tempo per riuscirci.

Sono sbalordito. Entusiasta Estatico. Ebefatto. Come fanno gli sceneggiatori a trovare idee per trame così originali e scoppiettanti di inventiva?

(Il cliché nel thrilling e nel film d’azione in genere è rassicurante. Come un bell’ottovolante gigantesco ricco di precipizi e giri della morte, ma coi sistemi di sicurezza perfettamente funzionanti. Altrimenti, perché fare e andare a vedere il remake di un remake con uno scimmione che si innamora di una femmina non della sua specie, per lui grande come una Barbie? )

[SPOILERS] Attenzione, nei commenti spoilers sulla trama!

Advertisements

11 Responses to “”

  1. utente anonimo Says:

    Ehi ehi ehi: io credo che prima di esprimere un giudizio su 24, tu debba vederne almeno qualche puntata. Il clichè – per quanto rassicurante – è realistico (la first season parla di un complotto per assassinare un candidato nero alle primarie del partito democratico, per dire) e in tutta la serie non troverai mai (m-a-i) niente di scontato. O almeno te lo auguro 🙂

  2. AdRiX Says:

    Il giorno in cui vedrò in un telefilm un gruppo di ecoterroristi islamici nonviolenti che senza spargere sangue sventa un colpo di Stato in Germania, salva la vita al Papa e festeggia in un ristorante in cui il piatto forte è la carne di maiale arrosto forse dirò “non c’è niente di scontato” 😉

  3. gilgamesh Says:

    Mai giudicare un libro dalla copertina, goppai.

    O un telefilm da un riassunto Mediaset.

    Tanto per cominciare, non c’è l’ombra di un terrorista arabo, manco a pagarlo. Gli aspiranti possessori del virus sono i fratelli Salazàr, simpatici tagliagole di origine colombiana ma con base nel Messico del Nord. In secundis, il CTU con la CIA non c’entra un beneamato craXo, non si tratta di una squadra ma di un’agenzia indipendente, semmai è in relazione con la NSA, ed è del tutto ipotetica (non è detto che non esista qualcosa di analogo, comunque) e se lo lasci dire dal sottoscritto che un pochino con l’intelligence ha avuto a che fare (lunga storia, peccati di gioventù), è rappresentata in maniera più realistica che in qualsiasi altra serie, incluso Alias (che ha più cose in comune col genere supereroistico e le iperboli alla BondJamesBond che con le spy stories).

    Inoltre, le sottotrame incentrate su David Palmer, futuribile primo presidente nero degli Stati Uniti non sono affatto banali. Se avesse seguito le prime due stagioni, apprezzerebbe l’evoluzione del personaggio (che è appunto il candidato democratico alle primarie della prima stagione) e la rappresentazione delle manovre di corridoio.

    Inoltre non si tratta di un’arma batteriologica ma di un virus livello 3, analogo a Ebola, purtroppo per nulla ipotetico, in possesso di scienziati Ucraini intenzionati a venderlo al migliore offerente. E nella scorsa puntata è rientrata in gioco Nina, ottima villain, coerente e completamente amorale, che nella prima stagione era la talpa nel CTU e assassina della moglie di Bauer.

    Aggiungo solo che Kiefer Sutherland non m’era mai piaciuto granché come interprete sinora, ma con questa serie l’ho rivalutato parecchio. Diciamo che regge il confronto col padre Donald molto meglio di quanto Michael Douglas, somiglianza fisica a parte, possa essere raffrontato con Kirk.

    Circa il King Kong di Peter Jackson concordo solo in parte: è il remake dell’originale, a tutti gli effetti, col remake degli anni ’80 con Jessica Lange ha davvero poco a che fare. Resta comunque un giocattolone, e l’equivalente filmico di una copia anastatica, ma anche in questo sta il suo fascino visuale, insieme all’idea (non originale manco quella, vabbè) del film nel film.

    Ma che per caso si sta allenando per sostituire il sourmister nel deprecabile caso di una sua prematura dipartita? (intesa come abbandono della scena blogosferica, per carità, non di questa valle di lacrime dove immagino pianga abbastanza bene)

  4. utente anonimo Says:

    Caro Adrix, grazie alla mia recente rivalutazione degli anime ho fatto delle gustose scoperte.
    Ad esempio bèccati Cowboy Bebop, c’è abbastanza da godere: della serie cacciatori di taglie spaziali, coloratissimo e stilosissimo con musiche genere bluesbopHenry Mancini etc etc. Basta la sigla per farti andare in brodo di giuggiole.
    -I-
    Ivy
    -y-

  5. utente anonimo Says:

    Gilgamesh, sottoscrivo ogni parola ma andiamoci piano con gli spoiler: praticamente chi passa di qui senza aver mai visto 24 si brucia tutta la prima stagione

  6. gilgamesh Says:

    Oops!

    Ha ragione Francesco, non ci pensavo proprio, dopo 2 anni e considerato che l’han trasmesso su Rete 4 e non solo sul satellite, ma è vero.

    Goppai, potrebbe editare il commento e mettere all’inizio ben evidente [SPOILER] – o un avviso tipo “Non leggere oltre se non hai mai visto 24 e intendi vederlo?”

  7. PlacidaSignora Says:

    Troppo tardi. Sgrunth.

  8. lester Says:

    Sottoscrivo ciò che dice Gilgamesh, e mi domando come mai le pagine descrittive delle serie sono fatte da gente che le serie non le vede.
    (poi, di telefilm più innovativi della storia della tv credo ne esca uno ogni due mesi.)

  9. AdRiX Says:

    Ammiro moltissimo Peter Jackson (al punto dell’essermi appena preso il cofanone 14 DVD con le versioni extended del SDA), e probabilmente 24 mi piacerà, quando avrò occasione di vederlo. Ciononostante, ho il diritto di essere insofferente quando per quanto perfetta nel suo genere mi si presenta gridando al capolavoro dell’umanità l’ennesima serie squadra-segreta-contro-cattivissimi? Eddai. E’ tv commerciale, porca la pupazza.

  10. kaosct Says:

    14 DVD? Buona visione..
    La invito a superare la sua repulsione per le catene per partecipare ai Blog Oscar 2005.

  11. lsadora Says:

    Io sono una schifiltosissima snob che consuma pochissima televisione e sempre col nasino all’insù, ma, dopo aver passato due giorni stravaccata sul divano nutrendomi di junk food per vedermi tutta la storia in una botta unica, mi sono comprata pure i cofanetti della II e della III parte a scatola chiusa. Merita. Davvero.


Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: